Utilizziamo cookie per favorire l'utilizzo del sito e ottimizzarne l'esperienza di navigazione. Continuando la visita del sito l'utente accetta l'utilizzo dei cookie.

Al CERN con il programma Summer Student

Al CERN con il programma Summer Student

Qui lavorano insieme persone provenienti da paesi in guerra tra loro; in questo senso si tratta di un laboratorio di pace.


Il CERN, Conseil Européen pour la Recherche Nucléaire, è un laboratorio di fisica delle particelle situato nei pressi di Ginevra, sul confine franco-svizzero. Pensato nel secondo dopoguerra da un gruppo di scienziati europei, tra cui Edoardo Amaldi, il centro è nato con l'obiettivo lungimirante di unire gli sforzi del vecchio continente nella ricerca nucleare e subnucleare. Ad oggi, il CERN rappresenta la più grande organizzazione di ricerca scientifica al mondo, dotata di infrastrutture tecnologicamente all'avanguardia e di un patrimonio inestimabile in termini di competenze. Al passo con le necessità contemporanee della ricerca, la quale richiede sforzi non più alla portata nemmeno dell'Europa, anche il bacino di stati coinvolti si è allargato: dagli originali 12, tra cui l'Italia, attualmente centinaia di paesi utilizzano le strutture dei laboratori con oltre 600 istituzioni ed università.

L'obiettivo principale del centro di ricerca consiste nello studio dei costituenti elementari della materia, spingendo le frontiere della conoscenza verso limiti mai esplorati in precedenza. Nel panorama internazionale della fisica delle particelle, il CERN si pone in prima linea da anni e basti citare, per valutare la qualità dei risultati, il premio Nobel attribuito a personalità come Carlo Rubbia e Peter Higgs. Tutto ciò è stato possibile solo grazie ad un insieme di macchine straordinarie, prima fra tutte LHC, Large Hadron Collider, un anello sotterraneo di 27 km che permette di far collidere protoni fino ad un'energia di 14 TeV, la cui costruzione è stata un grande trionfo anche per diverse imprese italiane coinvolte nei lavori. È importante sottolineare che le tecnologie sviluppate nei laboratori hanno ricadute tangibili anche sulla società, oltre che sulla ricerca fondamentale: basti pensare che il web è stato inventato qui, o che un naturale spin-off è stata l'adro-terapia, uno strumento moderno ed efficace che utilizza degli ioni accelerati per il trattamento di tumori radio-resistenti.

Sin dalla fondazione nel 1954, la mission dei laboratori consiste di quattro elementi: ricerca, tecnologia, collaborazione internazionale ed istruzione. Una delle realizzazioni più concrete di tutti questi principi prende forma nel programma CERN Summer Student che, da più di quarant'anni, porta a Ginevra centinaia di ragazzi da tutti i continenti per un'intera estate. L'idea è quella di renderli parte attiva della ricerca, contribuire alla loro formazione come scienziati e trasferire abilità utili per il loro futuro. Questi obiettivi sono perseguiti prevalentemente attraverso il contributo individuale dello studente all'interno di un gruppo di ricerca, nonché con una serie di lezioni specifiche di fisica sia teorica che sperimentale, in un ambiente intellettuale estremamente stimolante. Il progetto al quale lavoro da fine giugno è parte dell'esperimento ALICE, A Large Ion Collider Experiment, il cui obiettivo è studiare lo stato di materia presente pochi microsecondi dopo il Big-Bang chiamato Quark-Gluon Plasma, riproducibile in laboratorio attraverso collisioni di ioni di piombo.

Oltre che dal lato didattico e formativo, l'esperienza è unica anche dal punto di vista umano: si può interagire con studenti giovani e competenti da tutto il mondo, condividere i problemi e le ansie dovuti ad una giornata densa di impegni, per poi rilassarsi assieme a fine giornata nel bar con un aperitivo. Lavorare con scienziati di alto profilo in un contesto internazionale, contribuire alla ricerca di frontiera, utilizzare gli strumenti più moderni nel campo, sono esperienze che sono onorato di poter vivere.

Share this article

Panorama per i giovani

Cultura, economia, formazione, politica e scienza. E un occhio sempre attento alle bellezze, alle opportunità, alle sfide con le quali si confrontano giovani che vivono a Roma gli anni della formazione universitaria.

 

Una rivista on line, interamente realizzata dagli allievi del Collegio "Lamaro Pozzani", che cerca di partire da quello che ci interessa oggi per anticipare ciò che conterà domani.

Ultimi articoli